kiwanis club catania centro - kiwanis international - kiwanis catania

Noi sui giornali 2018-2019

 

 

Kiwanis Catania Centro - Anno Sociale 2018/2019

 


Sabato 6 Ottobre 2018

Passaggio della Campana

Articolo La Sicilia – Omnibus - Kiwanis: Vecchio presidente

Il Kiwanis Catania Centro ha celebrato il “Passaggio della Campana” tra il presidente uscente Lucia Abramo e Giambattista Vecchio. Presenti il luogotenente governatore Francesco Vasta, il segretario del Distretto Italia Domenico Castagnella, il past trustee europeo Nicola Russo, il luogotenente governatore eletto Alfio Cavallaro, i past luogotenenti governatori Carmelo Basso, Alfio Privitera, Giuseppe Geremia, Roberto Suma, Ignazio Mammino, Filippo Lizzio e i presidenti di tutti i Kiwanis della provincia. Il presidente Abramo ha ringraziato i soci e ricordato le varie attività a favore dei bambini bisognosi nonché i numerosi meeting. “Sono particolarmente commosso e orgoglioso – ha detto Vecchio – di presiedere uno dei più importanti club service non soltanto della Sicilia. Lavorerò col massimo impegno e affronteremo insieme i problemi dei cittadini e del territorio”. Vecchio ha ricordato che il club quest’anno si occuperà dell’autismo, tema del Kiwanis International. Quindi sono stati ammessi i nuovi soci Francesco Donati, Antonio Maria Greco e Marco Navarria. Nell’occasione è nato un nuovo club, il Kiwanis Acicastello Riviera dei Ciclopi presieduto da Filippo Lizzio. Questo il nuovo direttivo: Adriana Roccamo presidente eletto, Rosario Basile, Salvatore Chianello, Maria Teresa Tessitore, Paola Buscemi, Rita Casaburi, Michela Butera, Lucia Interdonato, Domenico Messina, Gaetano Sambataro, Marcello Trovato, Antonio Leotta e Giuseppe Damico. (Antonio Di Paola).



Sabato 27 Ottobre 2018

Kiwanis one Day ad Acireale

I Club Kiwanis Catania Centro e Acireale, sabato 27 Ottobre 2018 in occasione del Kiwanis One Day, hanno organizzato una giornata dedicata alle attività di laboratorio didattico per ragazzi delle scuole elementari e medie presso la fondazione del Credito Valtellinese di Acireale all’interno della mostra “I Pulcini di Casiraghy”. Grande interesse ha suscitato la visita guidata dalla Dott.ssa Ilenia Vecchio delle opere tipografiche in esposizione. La giornata è continuata per i soci presenti con la visita alla Chiesa S. Sebastiano e del Duomo di Acireale. I presidenti Salvatore Peluso per il Club di Acireale e Giovambattista Vecchio per il Club Catania Centro hanno ringraziato tutti i soci presenti per la partecipazione e la riuscita della giornata. (GV).

 


Venerdì 9 Novembre 2018

Al soprano e al baritono il premio “Bellini d’oro” organizzato dalla Scam

Rancatore-Bruson, tributo al belcanto che riesce a toccare le corde dell’anima.

Era il 1968 e la gente impazziva per i Beatles e i Rolling Stones, quando a Catania Antonio Maugeri, personalità sensibilissima dell’arte musicale e melodrammatica in particolare, fondò la Scam (Società Catanese Amici della Musica), che nel corso dei decenni ha difeso le ragioni sublimi dell’arte, diffondendone la conoscenza con iniziative indimenticabili e stagioni di gran valore. Tra l’altro ha creato un premio, il “Bellini d’oro”, che è stato assegnato ai più grandi artisti che in vario modo nel mondo hanno dato lustro alle Muse. A cinquanta anni di distanza, il riconoscimento è stato consegnato a due artisti di fama internazionale (il soprano Desiree Rancatore e il baritono Renato Bruson) sul palcoscenico del Teatro Massimo Bellini assieme a personalità di spicco del mondo culturale e davanti a un attento pubblico, tra cui artisti di raffinato repertorio (barocco) e di applaudita carriera internazionale. E tutti hanno applaudito Antonio Maugeri come autentico Musagete della storia recente. La cerimonia è stata guidata da Caterina Andò (critico musicale) e dal musicologo Giuseppe Montemagno, intrecciando la cultura storica con le tappe salienti della lirica mondiale. Si è parlato degli artisti indimenticabili e delle serate di grazia che al Bellini sono state tantissime e che continuano ancora se, a momenti, una prima di rilievo mondiale, al Bellini, metterà assieme musica odierna e ispirazione verghiana, verismo e millennials. Il sovrintendente del Bellini, Roberto Grossi, che ha sostenuto una programmazione di alta qualità e aperta alla cittadinanza, si è soffermato sulla necessità di realizzare il connubio tra musica e impegno civico, mentre il direttore artistico del Massimo, Francesco Nicolosi, ha insistito sull’opera educativa nei confronti dei giovani. I due premiati sono stati coinvolti da Caterina Andò e Giuseppe Montemagno, tra le cronache musicali e i risvolti artistici del belcanto in Italia e nel mondo. Paola Selvaggio ha accompagnato i cantanti al piano; sono intervenuti anche Anna Rita Fontana, direttrice artistica Scam, e, per il Kiwanis Club, che ha sostenuto fattivamente l’iniziativa, il luogotenente governatore Francesco Vasta, e il presidente del Club Catania Centro, Gianni Vecchio. Ma l’argomento principale del belcanto è per l’appunto il canto. Desiree Rancatore ne ha dato applauditissimo saggio con un’antologia di pagine belliniane (dalla giovanile “Malinconia” alla toccante, intrepida, sublime “Casta Diva”) seguita da un filiale omaggio alla patria sicula con le note di “E vui durmiti ancora” di Emanuel Calì in cui i fiori e gli uccellini avviano l’omaggio alla bellissima fanciulla che si fa attendere: un canto che 100 anni fa mise d’accordo i fanti austriaci e italiani sulle trincee del Carso. L’arte non conosce frontiere. E così il contributo di Renato Bruson, che ha cesellato il paterno genitore della Traviata verdiana con tale umanità, con tale pacatezza di toni da commuovere l’uditorio. Per non parlare della stupefacente saldezza della voce in una infinita gamma di effetti sonori. Non solo pezzi di bravura: è stata sciorinata un’autentica tavolozza di sentimenti ai quali la calda voce baritonale ha aggiunto il verismo delle passioni, che devono sottostare alle ragioni della morale familiare. Altro che pagina di prodezze canore! E’ stata una pagina cordiale di memorie paterne, utile per educare i giovani oltre le emozioni del momento. (Sergio Sciacca).

 


Domenica 11 Novembre 2018

San Martino Kiwaniano a Villa Angelo Musco

Nella splendida cornice dell’Etna domenica 11 Novembre su iniziativa del Club Catania Centro è stata festeggiata la giornata di S. Martino. Erano presenti , oltre al Catania Centro con il presidente Giovambattista Vecchio, i Club di Zafferana con il presidente Seminara, Acicastello con il presidente Filippo Lizzio, Etneo con il presidente Giovanni Messina e una rappresentanza del Club di Paternò. La giornata si è svolta con un tipico pranzo caratteristico nei locali di Villa Angelo Musco. Tutti i soci presenti sono stati coinvolti in un vero spirito di amicizia e allegria rafforzando i rapporti tra i Club. (GV).

 


Venerdì 30 Novembre 2018

L’ammodernamento dell’acquedotto al Kiwanis Ct Centro

Si è svolto allo Yachting, a cura del Kiwanis Catania Centro, un incontro sul service distrettuale salute e ambiente su tema “ Acqua in Comune, progetti investimenti e sostenibilità per il futuro della Sidra a Catania”. L’incontro aveva lo scopo di illustrare l’attività ed i programmi operativi di Sidra S.p.A. per il triennio 2018/2021. Ha formulato l’indirizzo di saluto il Presidente del Kiwanis Catania Centro Giovambattista Vecchio, il quale ha sottolineato l’importanza dell’argomento su una delle risorse più importanti della vita dell’uomo, cioè l’acqua. Hanno relazionato sull’argomento il Presidente del Consiglio di Amministrazione della Sidra Avv. Prof. Antonio Francesco Vitale, il Direttore Generale Ing. Osvaldo De Gregoriis ed il Consigliere dell’Ente Avv. Marco Maria Navarria. Sono stati esposti gli importanti programmi di investimento che consentirà di realizzare l’ammodernamento della rete idrica e del sistema fognario al servizio della città e della sua zona industriale. A tal proposito proprio, la mattina del 30 Novembre si è svolta la conferenza dei servizi, presso la Presidenza della Regione, per assumere con tutti gli enti coinvolti le determinazioni vincolanti riguardo l’identificazione dei soggetti destinatari degli impianti Irsap e l’acquisizione e verifica dei progetti finanziati disponibili. Sono stati anche comunicati i dati relativi alle prime tre case dell’acqua messe a disposizione della città, e delle prossime nuove installazioni. Sidra, grazie all’importante piano di investimenti del prossimo triennio, potrà, in collaborazione con il Comune di Catania rendere il servizio idrico in linea con gli standard delle Smart Cities Europee. Dotandosi di infrastrutture moderne e capaci di controllare la rete ed evitare le perdite e gli allacci abusivi. Ha concluso i lavori il Luogotenente della divisione Avv. Francesco Vasta. (Dip).

 


Domenica 2 Dicembre 2018

Gazebo per raccolta fondi

Iniziativa del Kiwanis Catania Centro per raccogliere fondi per contribuire al pranzo solidale per 200 poveri presso la parrocchia S.F. di Paola di Catania. Domenica 2 dicembre i soci del club hanno organizzato un Gazebo Kiwaniano nella centralissima Via Etnea di Catania per vendere, con offerta libera, arance e mele siciliane. La grande affluenza e solidarietà della cittadinanza hanno permesso di dare un grosso aiuto alla riuscita del service locale prefissato riuscendo anche a dare grande visibilità al Kiwanis. (GV).

 


Domenica 9 Dicembre 2018

Le meraviglie dell’estro rossiniano

Organizzata dalla Società Catanese Amici della Musica e in collaborazione con il Kiwanis Catania Centro, Presidente Giambattista Vecchio, domenica 9 dicembre nella sala meeting del Katane Palace Hotel di Catania si è svolto un incontro per il 150° anniversario della morte di Rossini sul tema Le meraviglie dell’estro rossiniano, fino alla poesia corale del Guglielmo Tell. Relatrice la Prof.ssa Anna Rita Fontana, docente di musica, giornalista vicepresidente e direttore artistico della S.c.a.m. sotto la presidenza di Tony Maugeri. Grande interesse ha suscitato la conferenza, arricchita da video proiezioni di brani operistici che hanno ben evidenziato la poliedrica vena rossiniana. (GV).

 


Domenica 16 Dicembre 2018

Pranzo di beneficenza per i poveri

Si è svolto domenica 16 dicembre 2018 il pranzo solidale di beneficenza per 200 poveri della parrocchia di S.F. di Paola a Catania. Il Kiwanis Catania Centro è stato sponsor dell’iniziativa con una raccolta di fondi effettuata con la vendita di arance e mele siciliane direttamente alla cittadinanza presente al “Gazebo Kiwanis” in via Etnea il 2 dicembre 2018. Padre Giuseppe Scrivano, parroco della chiesa, prima di iniziare il pranzo ha ringraziato il Club Catania Centro e il suo Presidente Giovambattista Vecchio per il grande impegno e per la riuscita dell’iniziativa, oltre all’associazione Onlus “L’Albero del Bene” e ai tanti professionisti e privati cittadini che hanno contribuito con donazioni dirette. Una rappresentanza del Club Catania Centro ha servito ai tavoli notando la grande dignità dei beneficiari che hanno ringraziato con un sorriso tutti i volontari. (GV)

 


Venerdì 21 Dicembre 2018

Conviviale di Natale

Articolo La Sicilia – Omnibus - Natale nel Kiwanis CT Centro ed Est “

La Festa di Natale è la ricorrenza più sentita dai popoli di tutto il mondo e non soltanto dai cristiani. E’ il giorno più bello dell’anno perché ci ricorda la nascita di Gesù Cristo che si è fatto uomo per salvare l’umanità”. E’ quanto asserito dal presidente del Kiwanis Catania Centro, Giambattista Vecchio, nel corso della conviviale di Natale organizzata assieme al Kiwanis Catania Est. Vecchio ha ricordato che il club in questi ultimi periodi si è battuto e continua a battersi per aiutare la gente povera della nostra città, offrendo loro non soltanto un aiuto spirituale, ma soprattutto materiale. Prova ne sia il banchetto offerto a 200 poveri, ma dignitosa gente e un secondo banchetto si farà nei primi di gennaio. Il presidente del Kiwanis Ct Est, Paolino Maniscalco, ha evidenziato che le strutture del club sono nate per aiutare bambini, poveri e ammalati, ma anche la gente indigente che spesso non riesce ad acquistare un pasto al giorno. Alla conviviale erano tra gli altri presenti: Elio Garozzo, consigliere internazionale, Antonio Papotto, responsabile delle convention internazionali, il luogotenente governatore Francesco Vasta, i past luogotenenti governatori Alfio Privitera, Carmelo Basso, Angelo Nassisi, Roberto Suma e numerosissimi soci di entrambi i club e invitati. La serata è stata allietata dalla presenza di due prestigiosi docenti del liceo musicale “Angelo Musco”, la prof.ssa Chiara Bonaventura al pianoforte e il prof. Luca Zarbano agli strumenti di percussione che si sono esibiti, in modo stupendo, in musica brasiliana riscuotendo calorosi e meritati applausi. All’inizio della manifestazione sono stati ammessi al Kiwanis Ct Est, presentati dal past presidente Giuseppe Distefano, due nuovi soci: Santi Filippo Galiotto e Mario Romeo. (Antonio Di Paola).

 


Giovedì 3 Gennaio 2019

Serata di beneficenza al Teatro Don Bosco

Il Kiwanis Catania Centro in evidenza della serata di Beneficenza organizzata dall’Associazione no profit “L’Albero del Bene” per il sostegno alimentare di famiglie bisognose di Catania. L’evento con la partecipazione di numerosi artisti si è svolto giovedì 3 gennaio 2019 presso il Teatro Don Bosco di Catania. Erano presenti, oltre al Kiwanis, i rappresentanti dell’Unicef, il Sac. Giuseppe Scrivano parroco della parrocchia S.F. di Paola a cui sono destinati i fondi raccolti e gli sponsor che hanno contribuito alla riuscita dell’iniziativa. Il Presidente del Catania Centro Giovambattista Vecchio ha ringraziato l’associazione “l’albero del bene” per l’impegno e le finalità che si prefigge, che sono perfettamente in linea con quelle del Kiwanis “servire i bambini nel mondo” ricordando che dietro i bambini ci sono le famiglie e, dare un aiuto concreto e diretto ad esse, sicuramente serve a dare un momento di serenità in un periodo così difficile della nostra società. Il Presidente ha concluso con una frase di Madre Teresa di Calcutta “Trova il tempo di fare carità……..è la chiave per il paradiso”. (GV).

 


Domenica 6 Gennaio 2019

Gita culturale a Caltagirone

La via dei presepi e della ceramica è il filo conduttore della gita che il Club Catania Centro ha effettuato a Caltagirone, cittadina in provincia di Catania patrimonio dell’Unesco, domenica 6 gennaio. I soci del Club hanno avuto modo di ammirare il centro storico a bordo di un trenino turistico con guida e di visitare i presepi distribuiti lungo il percorso. Dopo il pranzo nel ristorante tipico “L’arco antico” la visita è proseguita nella fabbrica della ceramica dove sono state illustrate le varie fasi della sua lavorazione e ai mercatini di natale. Prima del rientro la visita si è conclusa con la dimostrazione delle fasi di estrazione del miele in una azienda di apicoltura. (GV).

 


Domenica 20 Gennaio 2019

Scam: concerto del pianista Nicolò Cafaro

Organizzato dalla società catanese Amici della Musica, per la stagione concertistica 2018-2019, sotto la direzione artistica di Anna Rita Fontana e la presidenza di Tony Maugeri, in collaborazione con il Kiwanis Club Catania Centro, presidente Giovanbattista Vecchio, si è svolto al Katane Palace Hotel il concerto del giovane pianista catanese Nicolò Cafaro. Allievo di Graziella Concas, il diciottenne musicista, già vincitore assoluto in varie competizioni nazionali e internazionali, ha tenuto una brillante performance che ne ha messo in luce le spiccate qualità interpretative, assieme a un tocco lucidissimo e di immediatezza sonora. Il repertorio prescelto si incentrava in prevalenza sul periodo classico, a partire dalla Sonata op. 81 di Ludvig Van Beethowen, ben affrontata nella temperie espressiva fra toni esuberanti e malinconici con aperture innovative; seguiva la “Sonatina seconda di Ferruccio Busoni”, improntata agli aforismi tematici delle avanguardie novecentesche. La seconda parte invece si apriva con la timbrica impressionista di Debussy, nelle gradevoli pagine di due preludi, “Les collines d’Anacapri” e “Feux d’artifice”, tra evocazioni del golfo di Capri e lo scoppiettio accordale d’effetto nel secondo brano. Il talentuoso pianista emergeva ancora sul versante di Chopin, in chiusura, con la Sonata n. 2 op. 35 in sibemolle minore, nel profondere una suggestiva delicatezza in particolare nella Marcia funebre. Agli applausi calorosi del pubblico il giovane rispondeva con due travolgenti bis chopiniani: il Valzer op. 64 n. 1 e lo studio n. 12, detto “La rivoluzione di Varsavia”. Al termine il presidente Vecchio consegnava al pianista una targa ricordo. (Antonio Di Paola).

 


Venerdì 25 Gennaio 2019

“Autismo” al Kiwanis Ct Centro

Una delle malattie più complicate per la vita di un essere umano è l’autismo. Si tratta di una malattia genetica del disturbo del neuro sviluppo che comporta difficoltà di apprendimento, isolamento sociale, aggressività e autolesionismo. E’ quanto ha affermato il presidente del Kiwanis Club Catania Centro Giovambattista Vecchio, nel corso di un affollato meeting di soci e medici sull’argomento agghiacciante. Vecchio ha quindi presentato i due relatori con un curriculum molto ricco: il dott. Renato Scifo, direttore di neuropsichiatria infantile e responsabile del centro autistico dell’ASP di Catania (ha fatto parte del team “medici senza frontiere” nella Striscia di Gaza), e il dott. Giovanni Panebianco, psicologo psicoterapeuta del Cognito Compartimentale. E’ stato il dott. Panebianco a prendere per primo la parola affermando che fino a pochi anni fa l’aspetto autistico era quasi sconosciuto. Si tratta di una malattia del disturbo comportamentale che pregiudica la capacità di comunicazione sociale. I sintomi sono numerosi e variano da paziente a paziente. Se si riesce ad individuare la patologia nei primi giorni di vita del neonato vi sono molte probabilità di poter salvare il bambino. Per il dott. Scifo purtroppo l’autismo è una malattia che l’individuo si porta con se tutta la vita. I disturbi sono: difficoltà di apprendimento, isolamento sociale, eccitabilità, non autosufficienza, aggressività e autolesionismo. I più colpiti sono i maschi delle femmine. La legislazione attuale non consente di poter aiutare queste persone come si dovrebbe. Il nostro sforzo è quello di inserire i soggetti autistici nella società e fare loro vivere una vita quasi normale. Vi sono in Sicilia delle aziende agricole che hanno assunto degli affetti di autismo, i quali grazie a dei tutor che li controllano e li aiutano, svolgono lavori encomiabili e sono felici di essere finanziariamente autonomi. Il dott. Scifo ha mostrato un documentario di una azienda agricola di Misterbianco dove lavora un sofferente di autismo, con risultati davvero eccellenti. Ha concluso il Luogotenente Governatore Avv. Francesco Vasta che dopo aver ringraziato gli oratori per la brillante relazione ha auspicato che lo sforzo che fanno gli specialisti del settore deve essere controbilanciato con delle risorse adeguate da parte delle istituzioni, affinchè chi ha questo tipo di patologia possa essere seguito passo passo per tutta la sua esistenza. E’ seguito un interessante dibattito. (Antonio Di Paola).

 


Domenica 3 Febbraio 2019

Processione per l’offerta della cera a Sant’Agata

La festa di Sant’Agata è per i Catanesi un momento solenne e religioso per la grande vicinanza alla figura della Santa. E’ tradizione che il giorno 3 febbraio le associazioni catanesi con gli ordini religiosi e laici facciano la processione dalla Chiesa di Sant’Agata alla Fornace (Piazza Stesicoro) alla Cattedrale per rendere omaggio alla Santa con l’offerta della cera. Quest’anno il Kiwanis è stato presente alla processione con le proprie insegne rappresentato dai Club Cittadini (Catania centro, Est e Nord). La grande partecipazione della cittadinanza ha fatto da corona alla processione dando grande visibilità ai Club e al Kiwanis. (GV).

 


Giovedì 7 Febbraio 2019

“Ozonoterapia: nuova frontiera” al Kiwanis Centro

“Le nuove frontiere della medicina: l’ossigenozono terapia” è stata una conferenza particolarmente avvincente che il Kiwanis Catania Centro ha organizzato. Relatore è stato il Prof. Giovambattista Di Mauro, già docente nella facoltà di Medicina del nostro ateneo. Presenti il Luogotenente Governatore Francesco Vasta, i Past Luogotenenti Governatori Carmelo Basso, Alfio Privitera, Nunzio Spampinato, Giuseppe Geremia, Roberto Summa, Filippo Lizzio e Carmelo Messina, numerosi medici, soci e invitati. E’ stato il presidente del Kiwanis Giovanbattista Vecchio a introdurre il tema asserendo che l’ozonoterapia è una pratica di eccellenza che è effettuata sia in alcuni centri sanitari italiani che da medici specialisti in materia. Il Prof. Di Mauro ha illustrato con diapositive cos’è l’ossigenozono terapia, l’efficacia che essa ha in molte patologie, soprattutto in quelle terapie tradizionali che non danno i risultati auspicati. L’ozono è privo di effetti collaterali, ma può essere tossico se immesso per via inalatoria. L’ozono e l’ossigeno frammisti viene iniettato per via intrarteriosa ed intravena, per iniezione sottocutanea, insufflazione intestinale o con applicazione locale, con acqua ozonizzata, creme a base di ozono e olio ozonizzato. La ossigenozono terapia viene praticata in particolare nel miglioramento dell’ossigenazione cerebrale, nella maculopatia degenerativa senile, nelle malattie del sistema immunitario, nelle ulcere cutanee delle piaghe, nelle malattie dell’intestino, nelle patologie vertebrali, nell’ulcero gastrica, sclerosi multipla, parkinson e demenza senile. Inoltre questa terapia è battericida, antivirale, immunitaria, antinfiammatoria, fungicida e idonea al trattamento dell’adiposità e della cellulite. Grossi centri per la cura delle numerose patologie con l’ozonoterapia si trovano a Napoli, a Roma, in Lombardia e Piemonte. Il cittadino non può usufruire dei servizi USL, ma deve utilizzare questi servizi a proprie spese. E’ assolutamente sconsigliabile rivolgersi a pseudo-tecnici, ma bisogna ricorrere ai medici specializzati del settore. E’ seguito un acceso dibattito. Ha concluso il Luogotenente Governatore Vasta che ha avuto parole di elogio per la dotta relazione. (Antonio Di Paola)

 


Sabato 23 Febbraio 2019

Miscellanee sonore alla SCAM

Un pomeriggio meraviglioso hanno trascorso i soci della Scam e del Kiwanis Centro, ascoltando le splendide melodie di diverse colonne sonore di film girati in Sicilia e che sono considerati il Top del cinema italiano. Ad esibirsi dinanzi ad un numeroso pubblico all’ Nettuno, è stato il complesso di “Camera ensemble”, composto da ferratissimi musicisti affermati non solo in Sicilia e nel continente, ma in tutta Europa. Si tratta del compositore e tastierista Alessandro Strano, la figlia Giulia Strano al violoncello, Giovanni Anastasio al violino, Rosaria Milici alla viola e Claudio Spoto all’oboe. Personaggi che hanno un curriculum assolutamente invidiabile. Dopo il saluto del presidente del Kiwanis Gianbattista Vecchio che si è detto lieto di collaborare con la Scam la quale con la sua attività dà lustro alla nostra città, ha preso la parola la prof. Anna Rita Fontana, vice Presidente e Direttore artistico della Scam. La Fontana, dopo aver ringraziato i soci delle due associazioni, ha presentato tutti i personaggi del gruppo “Camera ensemble” ed ha accennato alle loro tournée nei più importanti teatri d’Europa e i vari premi ottenuti nel corso degli ultimi anni. Il quintetto, con grande maestria, ha entusiasmato i presenti suonando una lunga serie di colonne sonore famose di film girati tutti in Sicilia, mentre su un telone scorrevano le immagini dei vari film. Le colonne sonore erano tratte da: “Il Gattopardo”, “Divorzio all’italiana”, “Kaos”, “Il Padrino”, “Caro diario” Nuovo cinema Paradiso”, e tanti altri. Gli autori delle colonne sonore erano, fra gli altri, Nino Rota, Carlo Rustichelli, Nicola Piovani, Ennio Morricone. Nell’intermezzo il giovane Federico Ariosto, ha letto toccanti poesie attinenti la nostra terra di Vincenzo Spampinato, di Enzo Salsetta e il monologo del Principe (da “Il Gattopardo” di Tomasi di Lampedusa). A conclusione una lunga e calorosa ovazione ha salutato il bravissimo complesso musicale. (Antonio Di Paola)

 


Giovedì 7 Marzo 2019

Immigrazione al Kiwanis Catania Centro

Puntualmente ogni anno il Kiwanis Catania Centro riserva una serata per un avvenimento particolare e per una personalità speciale, Enzo Trantino, principe del foro etneo, giornalista raffinato, uomo di grande talento, politico esemplare che per un lungo periodo ha rappresentato degnamente la nostra terra a Montecitorio, ricoprendo diverse prestigiose cariche, tra le quali quella di Sottosegretario agli Affari Esteri. Tra l’altro Trantino parecchi anni or sono è stato anche qualificato presidente del Kiwanis Centro. Per il club, quindi, non è una normale conferenza ma una vera e propria festa. L’oratore, infatti, con la sua impareggiabile dialettica riesce ad affascinare il pubblico presente con qualsiasi argomento egli tratti. La conversazione, svolta con grande competenza ed umanità, è stata incentrata sull’immigrazione clandestina e sulla difficoltà della integrazione dei musulmani nella nostra società occidentale. Dinanzi ad una sala affollatissima di soci, autorità, avvocati e magistrati, ad introdurre sia il tema che l’oratore è stato il presidente del club Giovambattista Vecchio. “Qui mi sento ha casa mia- ha esordito Trantino- è tratterò un tema che coinvolge un po' tutti noi”. Si tratta di un argomento politico dove spesso vengono in conflitto il sentimento e la ragione. Vi sono vaste regioni dell’Africa dove milioni di persone vivono in capanne dover mana l’acqua, la luce, i gabinetti. Vi faccio l’esempio della Nigeria, dove la mafia, la corruzione della classe dirigente, la malavita impera. È una regione ricca di miniere e solo i loro gestori vivono in lussuosi ville ed alberghi. La popolazione conta 180 milioni di abitanti. Chi ha la “fortuna” di lavorare ha una paga di due dollari per dodici ore al giorno di prestazione. Questi poveri esseri cercano di trasferirsi in Italia che sognano come l’Eldorado. Ma vi sono delle grandi difficoltà: la prima è che né l’Italia né l’Europa possono ospitare un miliardo e più di profughi; la seconda è quella della integrazione. I musulmani hanno la loro Costituzione che cozza irrimediabilmente con la nostra e le costituzioni europee. È ovvio che se un tizio che si trasferisce in un’altra nazione abbia il sacrosanto dovere di osservare le leggi del luogo, cosa che non intendono fare gli islamici. I nigeriani che sono riusciti a sbarcare in Italia sono in gran parte criminali mafiosi dediti allo spaccio di stupefacenti in particolare in Campania. Le donne in gran parte sono schiave del sesso. Le carceri italiane sono pieni zeppi di africani; ma la permanenza in prigione è come frequentare l’università della malavita. Un po' tutta l’Africa sta diventando colonia cinese. Infatti i capitalisti dagli occhi a mandorla hanno comprato banche, ferrovie, aeroporti, alberghi, miniere. Non è difficile-pertanto e secondo un nostro parere- che in un prossimo futuro il continente africano possa chiamarsi Cinafrica. (Antonio Di Paola)

 


Domenica 17 Marzo 2019

Pranzo di solidarietà per S. Giuseppe

Il Kiwanis Catania Centro partecipa attivamente all’organizzazione del pranzo di solidarietà per San Giuseppe presso la parrocchia S.F. di Paola di Catania nel quartiere denominato Civita che ospita una parte della città in forte degrado. I fondi donati alla chiesa dal Club sono stati raccolti con due attività svolte precedentemente (Concerto Musicinema e Conferenza sull’immigrazione), grande successo ha avuto l’iniziativa e il parroco della chiesa Sac. Giuseppe Scrivano ha ringraziato il Presidente Giovambattista Vecchio e tutti i soci con una benedizione rivolta a tutto il Kiwanis. (GV)

 


Venerdì 29 Marzo 2019

Erosione della costa al Kiwanis CT Centro

La problematica del cambiamento climatico e in particolare l’erosione delle nostre coste è stato il tema avvincente sviluppato nel corso di un meeting organizzato dal Kiwanis Catania Centro. Relatore è stato il prof. ing. Enrico Foti, ordinario di Idraulica e direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura del nostro ateneo. Erano presenti: Il Governatore eletto Avv. Maura Magni, il Past Presidente Europeo Dott. Nicola Russo, il Luogotenente Governatore Avv. Francesco Vasta, i Past Luogotenenti Governatori Arch. Alfio Privitera, il Dott. Carmelo Basso, il Dott. Nuccio Spampinato, l’Ing. Filippo Lizzio, il Dott. Roberto Summa, il Dott. Carmelo Messina, presidenti di diversi club della Circoscrizione, soci, autorità ed invitati. E’ stato il presidente del club Giovambattista Vecchio a presentare l’illustre oratore leggendo un invidiabile curruculum e ad introdurre il tema del cambiamento climatico che sta apportando danni devastanti alle popolazioni di tutto il globo. Il prof. Foti con grande maestria ha illustrato con delle immagini la tragica situazione in cui versano alcune spiagge siciliane e in particolare la spiaggia di Sant’Alessio. In questa cittadina costiera, se un metro quadrato costa 1200 euro, ha già perduto parte della spiaggia per 114 milioni di euro. Per non parlare delle inondazioni la cui vulnerabilità è difficile da gestire, vedi Marzamemi lo scorso anno dove una imprevista colossale mareggiata ha distrutto tutti i natanti che erano ormeggiati nel porto. Ma il cambiamento climatico apporta siccità, frane, uragani. Uno di questi ultimi ha sfiorato il 28 Settembre del 2018 la Sicilia con venti di oltre 140 Km orari apportando gravi danni a Stazzo. Secondo l’oratore l’unico intervento intelligente è stato il Mose di Venezia, dove le paratie che sono poste a difesa della laguna, consentono di riparare dalle mareggiate Venezia. L’Avv. Vasta ha avuto parole di elogio per l’affascinante relazione, mentre l’Avv. Maura Magni si è detta felice di essere presente ad una conferenza dove sono stati illustrati dottamente i pericoli in cui andiamo incontro e gli interventi che potrebbero essere effettuati per non arrivare alla strada del non ritorno. E’ seguito un interessante dibattito. (Antonio Di Paola).

 


Venerdì 5 Aprile 2019

Epilessia se la conosci non ti mette in crisi

E’ questo l’argomento trattato sapientemente dal Prof. Vito Sofia agli alunni dell’Istituto Comprensivo “Vitaliano Brancati” di Catania. L’incontro organizzato dal Kiwanis Club Catania Centro, grazie all’interessamento del Dirigente Scolastico Prof. Felice Arona e dalla referente alla salute Dott.ssa Giuseppa Vitanza, si è svolto Venerdì 5 Aprile 2019 nell’aula magna dell’istituto. Erano presenti oltre al Presidente P.I. Giovambattista Vecchio, che ha coordinato i lavori, il chairman del service epilessia Dott.ssa Rosaria Leonardi, il L.go Ten. Gov. Sicilia 2 Avv. Francesco Vasta e una rappresentanza dei soci del Club. Grande interesse ha suscitato l’argomento nei ragazzi presenti che sono intervenuti con domande e opinioni sempre pertinenti e hanno ringraziato il Prof. Sofia e il Kiwanis per l’iniziativa e per aver sfatato dei luoghi comuni compartimentali sulla malattia. (GV)