kiwanis club catania centro - kiwanis international - kiwanis catania

ANNO SOCIALE 2011/2012


La Sicilia 17/10/2011 pag. 55
Passaggio della Campana al Kiwanis Catania Centro

Enrico La Delfa nuovo presidente del Kiwanis Centro. Nel corso di un elegante meeting allo Yacthing si è svolto il passaggio della campana tra il presidente uscente dott. Carmelo Basso e il nuovo presidente dott. Enrico La Delfa, presenti autorità kiwaniane, invitati e soci. Il dott. Basso dopo aver fatto una carrellata dell’intensa attività svolta nel decorso anno sociale ha dichiarato, tra l’altro: “Sono orgoglioso di lasciare un club in ottima salute, e sono certo che con la nuova presidenza il Kiwanis Centro raggiungerà ulteriori significativi traguardi. Il nostro- ha affermato- è uno dei più anziani club siciliani e uno dei più prestigiosi club kiwaniani italiani, ed ha annoverato, nei suoi 35 anni di attività, presidenti e soci di grande prestigio. Dopo aver ringraziato il direttivo tutto e il segretario in particolare per l’impegno e la solidale attività, ha passato la campana al dott. La Delfa. Il neo presidente si è detto onorato per essere stato designato a una carica di così alto prestigio ed ha preannunciato un programma molto ricco, in cui i valori umani e la solidarietà avranno la priorità. Quindi ha presentato il nuovo direttivo. Quindi ha avuto luogo il passaggio della campana tra il presidente uscente del Kiwajunior dott. Sabrina Toscano e il dott. Marco Navarria, che hanno fatto una relazione sul consuntivo e uno sul programma futuro. Sono stati ammessi al club i giovani Alberto Fulvi, Stefania Cantela, Roberto Musumeci e Angelo Mazzeppi. Un caloroso saluto ai presidenti hanno rivolto il Luogotenente Governatore Roberto Suma e il Luogotenente Governatore del Kiwajunior Nunzio Peluso. La serata è stata allietata dalla pianista Rosaria Borzi e dal soprano Emanuela Di Gregorio, che hanno riscosso calorosi applausi. (Antonio Di Paola)


La Sicilia 07/11/2011 pag. 49
Bullismo: Piaga sociale

Organizzato dal Kiwanis Club Catania Centro e dal Comune di Biancavilla ha avuto luogo un avvincente meeting sul bullismo. Relatori il presidente del club dott. Enrico La Delfa, neuropsichiatra, il dott. Nunzio Corsaro, magistrato del Tribunale dei minori di Catania e il dott. Giancarlo Costanza, neuropsichiatra infantile dell’ASP3 di Catania. Il dott. Pastanella, assessore alla cultura al comune di Biancavilla ha suggerito che questa problematica dev’essere evidenziata nelle scuole. La Delfa ha affermato che il bullismo (dal sostantivo bullo: giovane prepotente, bellimbusto, teppista, violento, gradasso) è un fenomeno diffuso in particolare nelle scuole, ed è capace di distruggere l’autostima della vittima. Secondo il magistrato Corsaro l’omertà, la segretezza dei colpiti da questo evento sono i maggiori alleati del bullismo. Se il bullo viene denunciato, il giudice applica contro di lui pene pecuniarie, a meno che non si tratti di reati; in questo caso subentra la giustizia penale. Spesso i bulli si riuniscono in gruppi per aumentare la propria potenza e sopraffare gli individui presi di mira, provocando ai malcapitati denigrazioni, umiliazioni, aggressioni, persecuzioni, discriminazione e molestie sessuali. Per Costanza il bullismo nasce a scuola e va dai sette sino ai 18 anni. Spesso il bullismo è l’anticamera di una carriera criminale. Nell’età matura questo fenomeno si verifica negli uffici, in fabbrica, nei carceri, nelle caserme. Non di rado apprendiamo che vittime del bullismo trovano una tragica “soluzione” nel suicidio. La famiglia e la scuola, debbono intervenire per cercare di contrastare sul nascere questo pericolo sociale. E’ seguito un ampio dibattito. Ha concluso il Lgt. Governatore Roberto Suma.(Antonio Di Paola)


La Sicilia 18/11/2011 pag. 36
Percorsi enogastronomici sull'Etna

Con la collaborazione dell’Assessorato alle Politiche agricole della Provincia, il Kiwanis Catania Centro ha organizzato una conferenza sulla gastronomia etnea in una nota azienda vitivinicola di Solicchiata, uno dei borghi più ricchi di Castiglione di Sicilia. Il presidente del club service dott. Enrico La Delfa, dopo aver ringraziato l’assessore provinciale alle Politiche agricole dott. Giovanni Bulla e il sindaco di Castiglione dott. Claudio Scavera per aver consentito ai numerosi soci di presenziare all’incontro, ha fatto un po’ la storia di Castiglione, un centro ai confini della Valle dell’Alcantara, ricca di storia e di tradizione, che ha ospitato, nei secoli, dai siculi ai sicani, dai greci ai romani, agli arabi,  bizantini, normanni, svevi, e così via. L’assessore Bulla dopo aver rivolto ai presenti un caloroso saluto anche a nome del presidente Castiglione, si è detto lieto di ospitare il Kiwanis Centro, uno dei club più prestigiosi di Catania, e dare la possibilità  di vedere da vicino in  che modo viene valorizzato il territorio, in particolare il settore vitivinicolo, che in questa zona è un settore di eccellenza. I nostri vini  dell’Etna- ha dichiarato Bulla- puntano alla qualità e non alla quantità, fattore che li ha resi famosi in tutto il mondo. La prof. Emanuela Panke, consulente alla Provincia del settore agricolo, ha fatto un minuzioso excursus sui vitigni, sulle vite, sui vini dell’Etna e sulla loro bontà, evidenziando i due fattori determinanti: la terra e il sole. L’enologo prof. Gregorio Calì ha dichiarato che Catania è la quinta città italiana per la produzione di vino, e che, in sintesi, la preziosità del nostro vino è dovuta al clima, al suolo e al sole dell’Etna, che ha definito come “isola nell’isola”. Infine il sindaco di Castiglione Scavera ha rivolto ai presenti un sentito ringraziamento per aver aderito all’incontro particolarmente interessante.(Antonio Di Paola)


La Sicilia 29/11/2011 pag. 36
Causa ed effetti della crisi finanziaria

Dal 2008 i mercati globali sono travagliati da una crisi finanziaria forse senza precedenti che ha investito vorticosamente i paesi dell’Eu e in particolare la Grecia, la Spagna, il Portogallo e l’Italia. Quali sono state le cause e quali possibili rimedi a questa crisi sono i temi affrontati nel corso di un meeting del Kiwanis Catania Centro, relatori il prof. Giacomo Pignataro, ordinario di Economia del nostro ateneo, e l’economista dott. Claudio Foscoli. Il presidente del club dott. Enrico La Delfa, dopo aver presentato i relatori, ha dichiarato che la crisi è dovuta in gran parte a speculazioni economiche e finanziarie, e solo una stretta economica potrà rilanciare la nostra economia, dare una svolta alla disoccupazione e tutelare i nostri risparmi. Per Pignataro l’uscita dal tunnel è possibile con il rigore, la crescita e l’occupazione. Le famiglie riescono a stento ad arrivare a fine mese, e a volte per pagare il mutuo debbono accedere ad altri prestiti, indebitandosi sino al collo. Lo Stato non riesce a risparmiare, il debito pubblico è alle stelle. Bisogna avere il coraggio di ridimensionare il costo della politica, adeguare le pensioni a livello europeo, combattere drasticamente l’evasione, valutata in circa 150 miliardi, eliminare privilegi per le caste, concretizzare una politica per l’occupazione dei giovani e diminuire la spesa sanitaria, migliorandone le prestazioni. Per Foscoli la speculazione sta attaccando l’Europa, colpendo in particolare i paesi più deboli della comunità, e non solo (il franco svizzero, per esempio, è crollato). L’unica nazione che riesce a reggere bene questo “terremoto” è la Germania. Come salvare i nostri risparmi? Investendo con oculatezza in titoli che navigano al di fuori della bufera. (Antonio Di Paola)


La Sicilia 23/12/2011 pag. 37
Meeting kiwanis per gli auguri di Natale

Il kiwanis Catania Centro il 21 Dicembre 2011 ha celebrato il meeting degli auguri natalizi com'è tradizione, presenti le massime cariche del service, soci ed ospiti. Il presidente del club dott. Enrico La Delfa ha ricordato che secondo la liturgia il Natale è la festa più importante dopo la Pasqua. "Con la nascita di Gesù - ha dichiarato- Dio, per i cristiani, non è una persona astratta che può intuire da lontano, ma è un Dio che si è fatto uomo, entrando nel mondo per rimanervi sino alla fine dei tempi". In realtà quel bambino, uomo come noi, nato da donna come noi, è praticamente Dio che è diventato creatura umana, il Messia che vive in mezzo all'umanità per salvarla. Il Luogotenente Governatore Roberto Suma, dopo aver ribadito il significato religioso della festa, ha rivolto calorosi auguri ai presenti. Il presidente del Kiwajunior Marco Navarria ha evidenziato l'impegno dei giovani per assicurare assistenza materiale alle persone che si trovano in gravi difficoltà. Al Kiwajunior, quindi, è stato ammesso il nuovo socio Giancarlo Di Mauro. Il quartetto formato da Fabio Raciti (violino), Carlo Salerno (violoncello) Diego Cristofaro (pianoforte) e Daniela Rossello (soprano) hanno suonato e cantato bellissime arie natalizie. (Antonio Di Paola)

La Sicilia 06/01/2012 pag. 38
Concerto del Kiwanis a favore dell' Unicef

Il 17 Dicembre 2011 l’Auditorium dei Benedettini ha ospitato, in una cornice di intensa partecipazione, il Gran Concerto di Natale del kiwanis catania centro, eseguito a favore del progetto mondiale Unicef «The eliminate projet» per l'eliminazione del tetano materno e neonatale e per il reparto pediatrico talassemici dell'ospedale Garibaldi. La manifestazione artistica di beneficenza è stata fortemente voluta dal presidente, dott. Enrico La Delfa, con la direzione artistica del maestro Fabio Raciti, che ha diretto il Quintetto d'archi catanese con l'accompagnamento delle stupende voci dei soprano Piera Grifasi e Daniela Rossello e del tenore Piero Lupino e con la partecipazione del Piccolo Coro di voci bianche dell'istituto comprensivo «Parini», diretto dalla maestra Daniela Giambra, e dei piccoli musicisti delle scuole statali a indirizzo musicale. L'esecuzione di musica sacra e della trazione natalizia è riuscita a creare una particolare, magica atmosfera che ha sensibilizzato ed entusiasmato il numeroso pubblico presente in un ambiente storico come quello del limitrofo tempio abbaziale di S. Nicolò l'Arena, dove per secoli operò una celebre Cappella musicale, vanto della città. (Antonino Blandini)


Domenica 15/01/2012
Seminario sull’approfondimento dell’identità Kiwaniana

Si è svolta domenica 15 gennaio, Il seminario sull’approfondimento dell’identità kiwaniana organizzata dal Kiwanis Club Catania Centro nei locali del Marina Palace Hotel di Acitrezza.Dopo i saluti e l’introduzione del Presidente Dott. Enrico La Delfa e del Dott. Giuseppe Geremia, Chairman formazione del Club Catania Centro, ha avuto come relatori la D.ssa Maria Grazia Culici, Trainer e Kiar isole distretto Italia, che ha parlato del socio kiwaniano leader nella società, il dott. Nicola Russo, Chairman Statuto e Regolamenti, Affari legali e Etica del Kiwanis Distretto Italia, che ha trattato l’argomento del Kiwanis nella ricerca dei più alti livelli, sociali, lavorativi e professionali e del Dott. Ignazio Mammino, Chairman Divisione Sicilia 2, che ha relazionato sul club Kiwanis nella società civile e la motivazione del Service.
A conclusione dei lavori i saluti e le considerazioni del L.go Ten. Gov. Sicilia 2 Roberto Suma il classico colpo di campana del Presidente ha chiuso la riuscita e partecipata manifestazione.

Catania (Cronaca), pagina 32 - Martedì 24 /01/2012 -
Giocattoli ai bimbi talassemici

"Regalare un sorriso ai bambini ammalati". Questo è stato il tema che ha spinto il kiwanis Catania Centro a donare dei giocattoli ai bambini ricoverati sia al Dipartimento di Talassemia, che al Reparto di Pediatria dell'ospedale Garibaldi. I doni sono stati acquistati con i proventi del recente concerto di Natale, e con la compartecipazione dell'avv. Adriana La Terra, funzionaria dell'Ufficio Dogana. Alla simpatica manifestazione hanno preso parte il presidente del kiwanis Catania Centro dott. Enrico La Delfa, l'avv. Marco Navarria, presidente del kiwanis Junior, il Luogotenente Governatore Roberto Suma, il direttivo del kiwanis al completo, parecchi soci del club e il dott. Vincenzo Caruso, direttore dell'Unità di Talassemia. Ai ragazzi è stato regalato un divertente spettacolo di illusionismo e di animazione; subito dopo il presidente La Delfa ha consegnato dei ricchi giocattoli, molto graditi dai piccoli ospiti. (A. D. P.)

Catania (Cronaca), pagina 52 - Lunedì 13/02/2012 -
La Shoah e i bambini

Una conferenza sul tema "I bambini e la Shoah: princìpi di ebraismo", si è tenuta il 29 gennaio 2012 allo Yachting, organizzata dal kiwanis Club Catania Centro e introdotta dal presidente dott. Enrico La Delfa; relatori il prof Stefano di Mauro, rabbino della comunità ebraica di Siracusa e Sicilia e il dott. Alberto Dal Bello, medico oculista dell'Asp nonché narratore fotografo della Shoah e dei campi di concentramento del nord Europa. Fra le occasioni del "ricordo " sono state distribuite ai soci kiwaniani delle pietre come testimonianze silenziose di tali eventi. Si è inteso rendere omaggio alla memoria della shoah ed in particolare ad uno dei suoi più drammatici aspetti, caratterizzato dall'eccidio di bambini innocenti. La loro colpa: essere il futuro delle generazioni ebraiche; e iI loro demerito: non essere in età considerata da " braccia produttive". Il risultato: il brutale eccidio svolto ad arte con crudele ferocia nei lager nazisti durante la seconda guerra mondiale. E' impressionante dalla rievocazione di una memoria "muta", ma nello stesso tempo eloquente, e dalle immagini che scorrono davanti agli occhi attoniti dei presenti, notare come questi campi di sterminio e concentramento erano ampiamente diffusi in tutta Europa. Le immagini sono "vuote di uomini". Ci sono solo le baracche, il filo spinato, i forni. Parlano più di ogni silenzio. Zittiscono il pubblico che resta senza parole. Il dott. Alberto Dal Bello ha focalizzato, come monito alle future generazioni, una frase di Primo Levi: "L'uomo che dimentica il suo passato è costretto a riviverlo". (Cristina Tornali)


Sabato 11 Febbraio 2012
Visita di Catania Antica

Il Kiwanis Catania Centro riscopre luoghi e leggende della propria città con la gita organizzata sabato 11 febbraio nel centro storico Catanese. La sapiente e appassionata guida del Prof. Francesco Andronico ha accompagnato la visita di luoghi e monumenti sicuramente noti ai partecipanti ma sconosciuti per storia e tradizioni popolari. Sono stati visitati l’Anfiteatro, l’Ospedale S.Marco, le Mura Di Carlo V, la Torre Del Vescovo, il Bastione Degli  Infetti, i Benedettini e la Chiesa, le Terme Della Rotonda, l’Odeon, il Teatro Greco, le Terme Indirizzo, l’Ostello Della Gioventù e il Canale Sotterraneo, Villa Pacini e il Porto Saraceno. A conclusione i numerosi partecipanti hanno gustato un particolare menù nella rinnovata struttura della Vecchia Dogana presso il ristorante Wine Bar “Gambero Rosso”, dove il Presidente Dott. Enrico La Delfa ha consegnato una targa ricordo al prof. Andronico, ringraziandolo e dedicandogli una frase di Oscar Wilde “Il nostro unico dovere nei confronti della storia è di riscriverla”. (G.Old)


OMNIBUS - Catania (Cronaca), pagina 48 - Lunedì 05 Marzo 2012
Torri Gemelle, le ragioni di una strage

Preceduto da un agghiacciante filmato sull'attacco dei fondamentalisti islamici e dal suono del silenzio, in onore delle vittime di quella strage, il 25 Febbraio 2012 nella sala consiliare del comune di Belpasso, organizzato dal kiwanis Catania Centro, ha avuto luogo un meeting sul terribile eccidio dell'11 settembre 2001 alle Torri Gemelle. Ha introdotto il presidente del kiwanis dott. Enrico La Delfa, che ha presentato gli oratori, on. Enzo Trantino e Ten. Col. Paul Wojtowicz comandante della US Force Global di Sigonella. Il sindaco ing. Alfio Papale ha portato il saluto della città; la preside prof.ssa Cettina Rapisarda ha ricordato l'effetto devastante dell'attacco terroristico, che è entrato prepotentemente nelle nostre case. L'on. Enzo Trantino, con la sua oratoria affascinante, ha messo a punto, con una serie di minuziosi dettagli, la genesi di quella strage, la guerra silenziosa dei fondamentalisti islamici all'America, la nascita dei guerriglieri di Al Qaida, le esercitazioni dei terroristi nei campi dell'Afghanistan, e dei loro piloti addestrati addirittura in America, i molteplici attentati, con migliaia di morti, a navi, aerei, caserme di americani in tutto il mondo, in nome della "guerra santa". Osama Bin Laden si espande a macchia d'olio con l'intento di distruggere l'America con i suoi attacchi suicida. Il col. Wojtowicz, coadiuvato dall'interprete Lunetta, ha affermato che l'attacco alle Torri Gemelle è stato terribile, una strage senza precedenti contro la popolazione inerme. Quel giorno- ha detto- rimarrà indelebile non solo per gli americani, ma per tutto il mondo civile. (Antonio Di Paola)


Catania (Cronaca) - Lunedì 02 Aprile 2012 - pagina 48
Emancipazione delle donne immigrate

Organizzato dal kiwanis Catania Centro ha avuto luogo un convegno sul tema "Donne immigrate: emancipazione come integrazione sociale", relatori la dott.ssa Rosaria Giuffrè viceprefetto, la dott.ssa Adriana Muliere vicequestore aggiunto e la dott.ssa Liana Daher sociologa. Ha introdotto il presidente dott. Enrico La Delfa. Non è stato facile per le donne - ha detto la dott.ssa Giuffrè - inserirsi nella società perché per loro significa cambiare radicalmente vita, lingua, costumi, usanze. Le immigrate devono essere considerate come le nostre donne, e bisogna superare ogni pregiudizio da parte nostra. La dott.ssa Muliere si è soffermata in particolare sulla persecuzione psicologica tra uomo e donna. La donna oggi, contrariamente a quanto asserito dagli uomini, ha raggiunto l'equiparazione con l'altro sesso e spesso lavora più di un uomo, se si pensa che opera fuori casa e poi a casa. La dott.ssa Daher ha rilevato che le immigrate hanno dovuto subire lo scontro tra culture, comportamenti, religioni diverse dalla loro terra d'origine. I motivi che hanno indotto queste donne ad emigrare sono o come via d'uscita per nuovi progetti di vita, o per natura politica, o per la libertà, o per guadagni. In ogni modo sono ottime mediatrici tra il loro paese d'origine e l'Italia. È intervenuto il luogotenenente governatore dott. Roberto Suma. Donne, rappresentanti della Giordania, Nigeria, Guinea Conakri, Tunisia, Burkina Faso e Venezuela, hanno portato le testimonianze sulla loro vita da catanesi. Una esibizione di gruppi etnici africani ha concluso la serata. (Antonio Di Paola)


Catania (Cronaca) - Lunedì 16 Aprile 2012 - pagina 38
"Regala un sorriso" per i bambini disabili

Il kiwanis Catania Centro ha organizzato una manifestazione intitolata "Regala un sorriso", nella sede dell'Istituto Kennedy di Adrano. Oltre ad autorità e soci del kiwanis erano presenti circa cinquanta bambini, affetti da disabilità fisica e psichica, i quali hanno assistito, insieme al personale medico, allo spettacolo di magia dell'animatore dott. Vincenzo Mazzeo, che è riuscito a coinvolgere con i suoi trucchi e le sue gag tutti i presenti. Il prof. Salvatore Verzì, direttore dell'Istituto, ha sottolineato gli effetti terapeutici che questo genere di spettacolo ha sui soggetti portatori di handicap psichici. Il presidente del club, dott. Enrico La Delfa, ha consegnato doni, insieme all'avv. Adriana La Terra, funzionario delle Dogane di Catania, che ha generosamente contribuito personalmente alla manifestazione.